La Storia

Un centro di ricerca sui grandi eventi, e non solo...

Come già in altre città che nei venti anni passati hanno ospitato le Olimpiadi, anche a Torino in vista dei XX Giochi invernali del 2006 si è costituito un centro permanente di ricerca sulle Olimpiadi stesse, su iniziativa di un gruppo di docenti universitari (Luigi Bobbio, Piervincenzo Bondonio, Egidio Dansero, Chito Guala, Alfredo Mela, Sergio Scamuzzi e Anna Segre).

 

Iniziativa costitutiva del gruppo è stata l’organizzazione del convegno internazionale “Come una città può vincere o perdere le Olimpiadi"; (21 maggio 2001), i cui materiali sono poi confluiti nel volume Olimpiadi e Grandi eventi. Verso Torino 2006, pubblicato nel 2002 da Carocci (a cura di L. Bobbio e C. Guala).  Grazie al sostegno finanziario e organizzativo di Torino Incontra (centro congressi della Camera di Commercio di Torino) il gruppo ha poi svolto ricerche incentrate sui due filoni delle aspettative della popolazione verso le Olimpiadi, a Torino e nelle valli olimpiche,  e dei rapporti tra eredità olimpica e sviluppo locale, che hanno costituito oggetto di un secondo convegno (giugno 2003) e poi, rielaborati e integrati, del volume Aspettando le Olimpiadi. Torino 2006: primo rapporto sui territori olimpici (a cura di A. Segre e S. Scamuzzi, Carocci, Roma 2004).

 

E’ nel 2003 che il gruppo ha formalizzato e reso stabile la collaborazione tra i suoi membri, costituendo il “Centro di Ricerca sulle Olimpiadi e i Grandi Eventi – OMERO - Olympics and Mega Events Research Observatory” (tra più dipartimenti dell'Università di Torino e con la partecipazione di docenti appartenenti all’allora dipartimento interateneo). 

 

Nel 2012, con le regole dettate dal nuovo Statuto universitario, OMERO è stato confermato e rifondato come centro di ricerca interdipartimentale dell’Università di Torino, cui partecipano studiosi dei tre dipartimenti di Culture, politica e società (DCPS), di Economia e statistica Cognetti de Martiis (DESt) e del dipartimento inter ateneo Scienze, progetto e politiche del territorio (DIST).