Regolamenti

Regolamento

REGOLAMENTO DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI RICERCA SU OLIMPIADI E MEGA EVENTI (OMERO)

 

Art. 1.

Istituzione

E' istituito, ai sensi dell'art. 20 del vigente Statuto di Ateneo, il Centro “Interdipartimentale di Ricerca su Olimpiadi e Mega Eventi – OMERO", di seguito denominato “OMERO”  

 

Art. 2.

Scopo e Compiti

Il Centro ha come scopo primario la promozione, la progettazione e la realizzazione di ricerche, conferenze e seminari, consulenze scientifiche su Olimpiadi e altri grandi e medi eventi di ogni tipo e sul loro impatto su territorio, società ed economia locali, con particolare riferimento alle implicazioni turistiche.

Per lo svolgimento delle sue attività OMERO intrattiene rapporti con altri centri di ricerca nazionali e internazionali che si occupano di temi analoghi. In particolare OMERO coopera e sviluppa attività di ricerca con il centro di ricerca interdipartimentale EU-POLIS del DIST.

Le attività promosse da OMERO sono tendenzialmente condotte secondo una pluralità di approcci disciplinari, tra cui quelli economico, culturale, organizzativo, sociale, territoriale, comunicativo.

 

Art. 3.

Partecipazione al Centro

In prima applicazione fanno parte del centro i seguenti Dipartimenti:

  • Dipartimento di Economia e Statistica “Cognetti De Martiis”;

  • Dipartimento di Culture, Politiche e Società;

  • Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio.

Possono aderire al Centro altri Dipartimenti dell’Università di Torino che ne facciano richiesta, previa accettazione da parte del Comitato Scientifico.

Ciascuna struttura aderente nomina un proprio rappresentante nel Comitato Scientifico.

Alle attività del Centro partecipano i Docenti e i Ricercatori dell’Ateneo che ne facciano richiesta al Presidente del Centro, nonché il personale tecnico.

Possono altresì collaborare alle attività di ricerca promosse dal Centro altre figure qualificate che svolgano attività nei settori di interesse del Centro, anche appartenenti ad altri enti, nonché borsisti, dottorandi e assegnisti di ricerca.

 

Art. 4.

Risorse finanziarie

Le risorse finanziarie derivano da:

  • fondi derivanti da contratti e convenzioni stipulati per attività svolte dal Centro;

  • finanziamenti provenienti dal MIUR, da altri Ministeri e da Enti pubblici o privati e da altri soggetti interessati alle attività di OMERO.

 

Art. 5.

Struttura e Sede

Per la realizzazione delle proprie finalità il Centro si avvale dei locali, delle attrezzature e delle strutture a esso destinati dall’Ateneo.

Il Centro ha sede presso il Campus Luigi Einaudi (CLE), stanza 08, edificio 3, piano 1°, in Lungo Dora Siena, 100 A,  10153 Torino

 

Art. 6.

Gestione amministrativo-contabile

La gestione amministrativa e contabile è assicurata, in armonia con le regole di contabilità dell’Ateneo, e con il bilancio unico di Ateneo dal Dipartimento di Culture, Politiche e Società attraverso il proprio CSD (Centro Servizi Dipartimentale).

L’affidamento della gestione amministrativa può essere modificata con deliberazione del Comitato Scientifico previo assenso del Dipartimento interessato.

 

Art. 7.

Organi

Sono organi del Centro:

a)    Il Comitato Scientifico

b)    Il Presidente

c)    Il Comitato di Gestione

c)    Il Direttore.

 

Art. 8.

Comitato Scientifico

Il Comitato è l’organo di indirizzo, di programmazione e di coordinamento delle attività del Centro. E’ composto, in prima applicazione:

  • da un rappresentante per ciascuno dei dipartimenti aderenti;

  • dai docenti e ricercatori che abbiano fatto domanda di afferenza a titolo individuale ai sensi dell’art. 3;

  • dal Presidente del Centro;

  • dal Direttore del Centro.

Nella prima seduta utile il Comitato provvede a cooptare al proprio interno membri esterni ai Dipartimenti interessati e/o all’Ateneo.

Il Comitato Scientifico è presieduto dal Presidente del Centro e, in caso di suo impedimento, dal Vice Presidente.

Il Comitato dura in carica tre anni e i suoi membri possono essere rinominati.

 

Art. 9.

Compiti del Comitato Scientifico

Il Comitato:

  • determina le linee di ricerca e programma le altre attività del Centro;

  • determina le modalità di collaborazione dei docenti e ricercatori;

  • stabilisce criteri di impiego del personale, delle attrezzature e dei fondi assegnati;

  • approva le richieste di partecipazione alle attività del Centro presentate ai sensi dell’art. 3;

  • designa il Presidente al proprio interno;

  • nomina i propri rappresentanti nel Comitato di Gestione, scelti al proprio interno tra i Docenti e Ricercatori di Ruolo dell’Ateneo, di cui almeno uno deve essere anche membro di EU-POLIS;

  • designa il Direttore;

  • approva il piano triennale di sviluppo ed il piano annuale di attuazione delle attività del Centro;

  • approva modifiche al presente Regolamento.

Il Comitato si riunisce in via ordinaria, per iniziativa del Presidente, almeno una volta l'anno e, in via straordinaria, su richiesta motivata del direttore o di tre membri del Comitato.

Almeno una volta l’anno il Comitato si riunisce in forma allargata a tutti coloro che operano a qualsiasi titolo nei progetti di ricerca attivati nel Centro per la verifica delle attività svolte e la discussione dei progetti futuri.

La convocazione del Comitato da parte del Presidente deve essere fatta per iscritto (anche telematicamente), con l'indicazione dell'ordine del giorno e fatta pervenire almeno cinque giorni prima della data fissata per la riunione; in caso di motivata urgenza i termini di convocazione possono essere ridotti e la riunione può svolgersi anche per via telematica.

Le riunioni del Comitato sono valide quando ad esse partecipi la maggioranza assoluta dei suoi membri, diminuita degli assenti giustificati. Le decisioni sono adottate a maggioranza dei votanti, in caso di parità prevale il voto del Presidente.

 

Art. 10.

Il Presidente

Il Presidente è designato dal Comitato Scientifico, a maggioranza assoluta dei componenti, che lo individua al proprio interno.

Il Presidente è nominato dal Rettore con proprio decreto; resta in carica tre anni e può essere rinominato.

 

Art. 11.

Compiti del Presidente

Il Presidente:

  • rappresenta il Centro e sovraintende a tutti i rapporti istituzionali del Centro medesimo;

  • verifica che l'organizzazione e l'attività del Centro siano conformi ai criteri ed ai programmi stabiliti dal Comitato;

  • nomina, tra i docenti ed i Ricercatori di Ruolo dell’Ateneo che compongono il Comitato Scientifico, un Vice Presidente che lo sostituisca in caso di assenza e/o impedimento;

  • per gli adempimenti di cui all’art. 20 comma 4 dello Statuto di Ateneo, trasmette quanto necessario per la valutazione periodica triennale del Centro;

  • coadiuva il direttore nella predisposizione del piano triennale di sviluppo e del piano annuale di attuazione delle attività del Centro;

  • convoca e presiede il Comitato Scientifico.

 

Art. 12.

Il Comitato di Gestione

Il Comitato di Gestione è composto:

  • dal Direttore del Centro;

  • da n. quattro rappresentanti del Comitato Scientifico, scelti al proprio interno tra i Docenti e Ricercatori di Ruolo dell’Ateneo, di cui almeno uno deve essere anche membro di EU-POLIS.

Il Comitato di gestione rimane in carica tre anni e i suoi membri possono essere rinominati.

 

Art. 13.

Compiti del Comitato di Gestione

Il Comitato di Gestione:

  • esegue tutte le decisioni assunte dal Comitato Scientifico;

  • delibera sulla stipula di  convenzioni e/o i contratti;

  • coadiuva il Direttore nell’attuazione del programma scientifico e delle direttive organizzative definite dal Comitato scientifico.

 

Art. 14.

Il Direttore

Il Direttore del Centro è designato, al proprio interno, dal Comitato Scientifico tra i docenti e ricercatori di ruolo dell’Ateneo. Il Direttore è nominato dal Rettore con proprio decreto, resta in carica tre anni e può essere rinominato.

Il Direttore:

  • coordina l’attività scientifica e organizzativa del Centro;

  • cura la realizzazione dei programmi approvati dal Comitato Scientifico;

  • redige il piano triennale di sviluppo ed il piano annuale di attuazione delle attività del Centro;

  • redige la proposta di budget;

  • aggiorna periodicamente l’elenco dei Docenti e Ricercatori dell’Ateneo che partecipano al Centro nonché l’elenco dei partecipanti, a qualsiasi titolo, alle attività del Centro;

  • collabora con il Presidente nell’esercizio delle sue funzioni.

 

Art. 15.

Valutazione

Il Centro è soggetto ad una valutazione periodica triennale di natura scientifica, anche da parte di revisori esterni.

 

Art. 16

Durata

La durata del Centro è stabilita in tre anni ed è rinnovato automaticamente per un ulteriore triennio previa positiva valutazione di cui al precedente articolo.

Dopo due trienni, la continuazione dell’attività del Centro deve essere approvata con la stessa procedura stabilita dall’art. 20 dello Statuto di Ateneo per la prima attivazione.

 

Art. 17

Modifiche al Regolamento

Eventuali modifiche al presente Regolamento possono essere proposte dal Comitato Scientifico a maggioranza assoluta dei suoi membri.

Le modifiche sono sottoposte all’approvazione del Consiglio d'Amministrazione dell'Università previo parere del Senato Accademico.